Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Istruzioni / La sezione geografica #5.1 - Posizionamenti multipli: casi particolari

La sezione geografica #5.1 - Posizionamenti multipli: casi particolari

Indicare l'itinerario delle competizioni sportive

 


Non sempre le competizioni sportive seguono tracciati per i quali è disponibile il grafo stradale (ad esempio la rete dei percorsi che Google Maps utilizza per fornire le indicazione stradali e calcolare i relativi tempi di percorrenza).

Una soluzione via-web ragionevolmente proponibile è quella di definire un itinerario attraverso il posizionamento di indicatori in punti significativi del tracciato.

Prima di effettuare il posizionamento è opportuno modificare la visualizzazione della mappa agendo sui controlli dello zoom, dei livelli e degli sfondi disponibili ottenendo la combinazione più adatta al proprio caso. La viabilità pubblica pedonale o minore è normalmente rilevabile dalla cartografia catastale.

E' opportuno inserire un punto intermedio di transito per ciacuna tratta compresa tra due bivi. Per aiutarsi nell'identificare una zona (lungo la viabilità, anche non provinciale) è possibile passare dalla visualizzazione dall'alto (zenitale) a quella ad altezza stradale (accidentale) trascinando il Pegman giallo (l'omino giallo) sulla mappa lungo la viabilità evidenziata in blu (quella per cui il servizio è disponibile) nel punto che si intende esplorare e "panoramicare" l'immagine con un <clic + trascinamento>, agendo sui controlli <frecce> o ruotando il controllo <N> nell'angolo in alto a sinistra. Per ritornare alla mappa è sufficiente cliccare sulla <X> nell'angolo in alto a destra. Le due visualizzazioni sono interattive, per cui trascinando l'indicatore nella visualizzazione a livello stradale vengono automaticamente aggiornate la corrispondente posizione in mappa ed aggiornate le relative coordinate. Spostando il Pegman giallo (l'omino giallo) o ruotando la freccetta ai suoi piedi si può panoramicare sulla vista, come già spiegato nelle precedenti istruzioni.

Il risultato finale si compone di una mappa e di una tabella dei punti inseriti.